logo Pioneer   Pioneer CLD-D515



 

Scheda del prodotto


Costruttore: Pioneer
Categoria: lettore Laserdisc
Luogo d'origine: Tokyo, Giappone
Anno produzione: 1995
Catalogato nel: 2023


Descrizione

Prima che apparissero le videocassette con nastro magnetico VHS, introdotte nel 1976 da JVC, era stata progettata una tecnologia basata sui raggi laser per conservare i dati otticamente. Inventata da David Paul Gregg nel 1958 e denominata inizialmente DiscoVision, questa tecnologia durò non poca fatica ad apparire sul mercato, a causa di vari dissidi tra i detentori dei brevetti ed i produttori di lettori e dischi. Nel 1978 fu finalmente presentato il primo Discovision col suo costosissimo lettore, ma è solo con l´introduzione dei lettori giapponesi della Pioneer (che per motivi di copyright furono chiamati Laserdisc) che la tecnologia diventò matura: siamo negli anni ´80.
Il laserdisc, che conservava i dati in formato analogico (a differenza di CD e DVD), era all´epoca quanto di meglio potesse esserci per contenere un film. Audio in più lingue, contenuti del backstage, sottotitoli, fermo immagine, salto per capitoli: il tutto su un disco plastico dorato delle dimensioni di un 33 giri di vinile, da girare per leggere entrambe le facciate e, per i film lunghi, anche su due dischi.
Ma la concorrenza del VHS, che consentiva di fare registrazioni domestiche sulle cassette, fu devastante. Il concetto di home cinema e di noleggio video, alla base dell´acquisto di un film su laserdisc, sarebbe apparso molti anni dopo, e pochissimi cinefili furono interessati al Laserdisc per i contenuti extra e la qualità visiva. Si registrò un discreto successo solo in Giappone e nelle regioni più ricche del sud-est asiatico.
L´introduzione dei DVD e dei Blu-ray, che hanno ereditato in parte le caratteristiche dei Laserdisc, hanno determinato l´abbandono definitivo del formato nel 1998.
I Laserdisc vennero usati anche come supporto multimediale per alcuni giochi, denominati Lasegames. In un lasergame le scene di gioco sono già tutte registrate su disco, con qualità cinematografica e quindi infinitamente migliori di qualsiasi gioco dell´epoca. Ma l´interazione col giocatore era piuttosto limitata, e l´insieme degli apparecchi necessari troppo costoso per fare vera concorrenza alle console tradizionali.


Particolarità

Il nostro lettore Laserdisc, modello di punta, può leggere entrambe le facciate del disco grazie ad un complicato meccanismo di reverse della testina di lettura.


Restauro



 
 

Questa pagina è stata visitata 845 volte dal 12-06-2023.